Condizioni Generali di Vendita

Articolo 1 – Definizioni
Nelle presenti Condizioni sono applicabili le seguenti definizioni:
Periodo di ripensamento: il termine durante il quale il consumatore può eseguire il diritto di recesso.
Consumatore: la persona fisica che non agisca nell’esercizio della professione o attività e che stipula un contratto a distanza con l’imprenditore.
Giorno: giorno di calendario
Transazione: un contratto a distanza, per un periodo di tempo, e relativo all’acquisto di una serie di prodotti, con servizi annessi di cui l’obbligo di consegna.
Supporto durevole: qualsiasi strumento che permetta al destinatario o l’imprenditore di memorizzare informazioni personali su di loro in un modo da utilizzarle come riferimento futuro per un periodo di tempo adeguato allo scopo di informazione e che consenta la riproduzione inalterata delle informazioni memorizzate.
Diritto di Recesso: la possibilità per il consumatore di rivedere il contratto a distanza entro il periodo di ripensamento.
Imprenditore: la persona fisica o giuridica che offre prodotti a distanza per i consumatori.
Contratto a distanza: un contratto basato su un sistema organizzato aziendale della vendita a distanza di prodotti e servizi, tra cui la chiusura di un contratto con una o più tecniche di comunicazione a distanza.
La tecnologia per la comunicazione a distanza: un mezzo che può essere utilizzato per stipulare un contratto senza che il consumatore e l’imprenditore si siano riuniti insieme nello stesso luogo e nello stesso momento.

Article 2 – Identità aziendale
123stop-umidita
onderdeel van: intoRnet
KvK Amsterdam: 65330218
E-mailadres: servizioclienti@123stop-umidita.it

Articolo 3 – Applicabilità
Le presenti condizioni generali si applicano a qualsiasi offerta dell’imprenditore e qualsiasi contratto concluso a distanza tra imprese e consumatori.
Prima della conclusione del contratto a distanza, il testo dei termini e condizioni generali viene messo a disposizione del consumatore. Se questo non è ragionevolmente possibile, prima della conclusione del contratto a distanza, sarà indicato dove, possono essere visionate, presso l’imprenditore e, su richiesta del consumatore, possono essere inviate elettronicamente al consumatore, non appena possibile e senza costi aggiuntivi.
Se il contratto a distanza è concluso elettronicamente, in deroga al punto precedente e prima della conclusione del contratto a distanza, il testo delle presenti condizioni generali è disponibili elettronicamente per il consumatore in modo che il testo possa essere salvato in modo semplice su di un supporto di preferenza. Se questo non è ragionevolmente possibile, prima della conclusione del contratto a distanza, verrà indicato dove tali condizioni generali possono essere consultate e/o su richiesta del consumatore saranno inviate elettronicamente, o in altro modo, al consumatore e senza costi aggiuntivi.
Nel caso in cui oltre a queste condizioni generali si applicano anche le condizioni di prodotto o servizio, si applica il secondo e il terzo comma e il consumatore, in caso di termini conflittuali, può sempre contare sulle disposizione applicabili pertinenti, a lui più favorevoli.

Articolo 4 – L’offerta
Se un’offerta ha una durata limitata o è soggetta ad altre condizioni, questo sarà espressamente indicato nell’offerta.
L’offerta contiene una descrizione completa e accurata dei prodotti e dei servizi offerti. La descrizione è sufficientemente dettagliata per consentire una corretta valutazione dell’offerta da parte del consumatore. Le immagini utilizzate dall’imprenditore sono vere rappresentazioni dei prodotti e dei servizi. Errori ed errori evidenti non vincolano l’imprenditore.
Ogni offerta contiene chiare informazioni per il consumatore, come i diritti e gli obblighi che riguardano l’offerta stessa, al momento dell’accettazione. Ciò riguarda in particolare:
il prezzo inclusivo di tasse
eventuali spese di spedizione
come l’accordo sarà raggiunto e le azioni che lo richiedono
se applicare il diritto di recesso
il metodo di pagamento, consegna ed esecuzione del contratto
il termine per l’accettazione dell’offerta o il termine per aderire al prezzo
il costo della tariffa per comunicazioni a distanza, se i costi per l’utilizzo della tecnologia per la comunicazione a distanza sono calcolati su un altro terreno rispetto alla tariffa normale per i mezzi di comunicazione
se il contratto è archiviato dopo la conclusione, e se sì, in che modo il consumatore possa accedervi e consultarlo
il modo in cui il consumatore, prima della conclusione del contratto, può verificare le informazioni fornite da quest’ultimo ai sensi del contratto, e correggere se necessario.
altre lingue, tra cui olandese, per il contratto
la condotta a cui l’imprenditore è soggetto e il modo in cui il consumatore può consultare questi codici di comportamento per via elettronica; e la durata minima del contratto a distanza in caso di transazione estesa.

Articolo 5- Contratto
Il contratto si conclude, fatte salve le disposizioni di cui al paragrafo 4, al momento in cui il consumatore accetta l’offerta e le relative condizioni.
Se il consumatore ha accettato l’offerta elettronicamente, l’imprenditore conferma immediatamente per via elettronica di aver ricevuto l’accettazione dell’offerta. Fino a quando l’imprenditore non ha confermato l’accettazione, il consumatore può recedere il contratto.
Se il contratto è stipulato elettronicamente, l’imprenditore prenderà appropriate misure tecniche e organizzative per proteggere la trasmissione elettronica dei dati, che garantirà un ambiente web sicuro. Se il consumatore può pagare elettronicamente, l’imprenditore prenderà le necessarie ed adeguate misure di sicurezza.
L’imprenditore può informarsi o controllare, nell’ambito del quadro giuridico, se il consumatore è in grado di soddisfare gli obblighi di pagamento, e può verificare ogni fatto o fattore importante e necessario per finalizzare il contratto a distanza. Se l’imprenditore, con questa indagine, ha buone ragioni per non concludere il contratto con il consumatore, allora ha il diritto di motivare e di rifiutare un ordine / richiesta o può dettare condizioni speciali per realizzare l’offerta.
L’imprenditore deve inviare le seguenti informazioni con i prodotti o servizi, in forma scritta o in modo tale che il consumatore possa memorizzare i dati su un supporto di sua preferenza.
• L’indirizzo della società per i reclami del consumatore
• le condizioni in base alle quali, il consumatore abbia modo di usufruire il diritto di recesso, o una dichiarazione chiara per quanto riguarda l’esclusione del diritto di recesso;
• Informazioni su garanzie e servizi post vendita.
• I dettagli di queste condizioni includono l’articolo 4, paragrafo 3, a meno che l’imprenditore non abbia già inviato queste informazioni prima della stipula del contratto.
• I requisiti per lo scioglimento del contratto, se il contratto ha una durata di un anno o più, o se è a tempo indeterminato.
In caso di una transazione estesa, la clausola precedente è applicabile solo per la prima consegna.

Articolo 6 – Diritto di Recesso
Restituzione prodotti:
Dopo l’acquisto di prodotti il consumatore ha la possibilità di sciogliere il contratto senza fornire una motivazione entro 14 giorni dalla data di consegna. Il periodo di riflessione inizia il giorno successivo al ricevimento del prodotto da parte del consumatore o di un rappresentante del consumatore, informandone l’imprenditore.
Durante il periodo di ripensamento il consumatore deve trattare il prodotto e l’imballaggio con attenzione. Può aprire la confezione e/o utilizzare una minima parte del prodotto solo in tal senso a quanto è necessario per giudicare il prodotto e, nel caso, decidere di tenerlo. Se invece decidesse di usufruire del diritto di recesso, dovrà restituire il prodotto con tutti gli accessori e, se possibile, in condizioni ragionevoli e con l’imballaggio originale, in conformità con le chiare istruzioni già accettate, e fornite dall’imprenditore.
Fornitura dei servizi:
Con la fornitura di servizi il consumatore ha la possibilità di recedere dal contratto, senza indicarne i motivi, entro 14 giorni, a partire dal giorno della stipula del contratto.
Per usufruire del diritto di recesso, il consumatore deve attenersi alle ragionevoli e chiare istruzioni fornite dall’imprenditore durante l’offerta o in ultimo alla consegna del servizio.

Articolo 7 – Costi di Recesso
Se il consumatore usufruisce del diritto di recesso, dovrà pagare solo le spese di restituzione del prodotto.
Se il consumatore ha effettuato un pagamento, l’imprenditore dovrà rimborsare tale importo il più presto possibile, e comunque non oltre 14 giorni dopo la restituzione del prodotto o l’annullamento dell’ordine.

Articolo 8 – Esclusione dal Diritto di Recesso
L’imprenditore può escludere il diritto di recesso da parte del consumatore nella misura di cui al paragrafo 2 e 3. L’esclusione del diritto di recesso si applica solo se l’imprenditore ha chiaramente informato il consumatore in tempo e prima della conclusione del contratto.
Esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i seguenti prodotti:
• che sono stati creati dal commerciante in conformità con le specifiche esigenze del consumatore
• che siano chiaramente di natura personale
• Che non possono essere restituiti a causa della loro natura
• Che si guastano o diventano obsoleti
• il cui prezzo è legato a fluttuazioni nel mercato finanziario su cui l’imprenditore non ha alcuna influenza
• per i singoli giornali e riviste
• per registrazioni audio e video e software per computer di cui il consumatore ne ha rotto il sigillo.
Esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i seguenti servizi:
• Per quanto riguarda alloggio, trasporti, ristoranti o per trascorrere il tempo libero in una certa data o durante un certo periodo.
• la cui consegna è iniziata con il consenso esplicito del consumatore prima che il periodo di ripensamento sia scaduto.
• Per quanto riguarda le scommesse e lotterie

Articolo 9 – Il prezzo
Durante il periodo di validità indicato nell’offerta, i prezzi dei prodotti e dei servizi offerti non deve essere aumentati, tranne che per le variazioni di prezzo dovuti alla variabilità del tasso di IVA.
In deroga al paragrafo precedente, l’imprenditore può offrire prodotti e servizi con prezzi variabili quando questi prezzi sono soggetti alle fluttuazioni del mercato finanziario e in cui l’imprenditore non ha alcuna influenza. Queste fluttuazioni e il fatto che i prezzi sono indicativi, saranno comunicati con l’offerta.
Gli aumenti di prezzo entro 3 mesi dopo la conclusione del contratto sono consentiti solo solo se sono il risultato di norme di legge o disposizioni.
I prezzi possono aumentare da 3 mesi dopo la conclusione del contratto solo se l’imprenditore ha stipulato quanto segue:
• Essi sono il risultato di leggi, regolamenti e/o provvedimenti; o
• Il consumatore è autorizzato a sciogliere il contratto a partire dal giorno in cui l’aumento dei prezzi ha avuto effetto.
Nell’offerta i prezzi menzionati sono comprensivi di IVA.

Articolo 10 – Conformità e Garanzie
L’imprenditore garantisce che i prodotti e i servizi soddisfino le specifiche del contratto indicate nell’offerta, assicura requisiti di affidabilità e/o usabilità del prodotto e garantisce alla data della stipula del contratto, le disposizioni giuridiche esistenti e/o regolamenti governativi al momento in vigore. Se convenuto l’imprenditore può anche assicura che il prodotto sia adatto per un uso diverso da quello normale.
La garanzia fornita dall’imprenditore, non alterare i diritti e le rivendicazioni che il consumatore, ai sensi dell’accordo, può far valere nei confronti dell’imprenditore.

Articolo 11 – Consegna ed esecuzione
L’imprenditore deve osservare la massima cura e attenzione nell’accoglienza e ed esecuzione di ordini di prodotti e nella valutazione delle domande per i servizi.
L’indirizzo che è stato reso noto dal consumatore, è considerato dall’imprenditore, il luogo di consegna.
Tenendo conto di quanto stabilito nell’articolo 4 di questi termini e condizioni, l’imprenditore deve rapidamente eseguire gli ordini accettati, e non oltre i 30 giorni a meno che non sia stato concordato un periodo più lungo. Se la consegna è in ritardo o se una consegna può essere eseguite parzialmente, il consumatore viene informato di questo non più tardi di 30 giorni dopo che ha effettuato l’ordine. In tal caso, il consumatore ha diritto di recedere dal contratto senza ulteriori costi e ha diritto al risarcimento.
In caso di cessazione del contratto, ai sensi del paragrafo precedente, l’imprenditore dovrà rimborsare l’importo che il consumatore ha pagato, il prima possibile e comunque non oltre 30 giorni dopo la cessazione.
Se la consegna di un prodotto ordinato si rivela impossibile, l’imprenditore si impegna a fornire un articolo sostitutivo. Comunicando in modo chiaro e prima della consegna, della sostituzione del prodotto inviato. Il diritto di recesso non può essere escluso per quanto riguarda i prodotti di sostituzione. I costi di una possibile spedizione di restituzione sono a carico dell’imprenditore.
Il rischio di danni e / o perdita di prodotti ricade sull’imprenditore fino al momento della consegna al consumatore o ad un suo rappresentante, se non diversamente concordato. Se si riceve un prodotto danneggiato, è necessario comunicarlo per e-mail entro e non oltre 3 giorni dalla consegna.

Articolo 12 – Transazione estesa: Recesso, Rinnovamento, Durata
Recesso
il consumatore può recedere in qualsiasi momento un contratto che è stato inserito a tempo indeterminato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti e/o servizi, nel rispetto delle regole delle condizioni applicabili, con un preavviso non oltre 1 mese.
Il consumatore può recedere in qualsiasi momento un contratto a tempo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti e/o servizi, al termine del periodo definito, nel rispetto delle condizioni applicabili, con un preavviso non oltre 1 mese.
Il consumatore può, secondo le condizioni menzionati nel precedente paragrafo:
Terminare in ogni momento e senza restrizioni, terminare in un determinato momento o durante un certo periodo.
Terminare nello stesso modo in cui sono stipulati da lui stesso.
Terminare in ogni momento con la stessa nota come l’imprenditore ha ottenuto per se stesso.
Rinnovamento
Un contratto per un periodo di tempo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti e/o servizi non possono essere automaticamente prorogati o rinnovati per una durata fissa.
In deroga al paragrafo precedente, un contratto stipulato per un periodo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di quotidiani, settimanali e riviste può essere rinnovato tacitamente per un periodo limitato di tre mesi. Il consumatore può recedere dal presente accordo esteso alla fine del periodo di estensione con un preavviso comunicato entro 1 mese.
Un contratto a tempo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti e servizi, può essere tacitamente rinnovato per un periodo indeterminato. Il consumatore può recedere in qualsiasi momento con un preavviso entro 1 mese, e un periodo non superiore a 3 mesi se il contratto si estende al normale, ma meno di una volta al mese, fornendo tutti i giorni, settimanali e riviste.
Un contratto con una durata limitata e che si estende per una consegna regolare di quotidiani, settimanali e riviste (prova e di sottoscrizione introduttiva) non sarà tacitamente rinnovato e termina automaticamente alla fine della sperimentazione o periodo introduttivo.
Durata
Se un contratto ha un periodo di durata superiore ad un anno, il consumatore può, dopo un anno, recedere in qualsiasi momento con un preavviso entro 1 mese, a meno che la ragionevolezza ed equità si oppongono alla cessazione prima della fine del periodo concordato.

Articolo 13 – Pagamenti
Salvo accordi contrari, gli importi dovuti devono essere saldati dal consumatore entro i 7 giorni dopo l’inizio del periodo di ripensamento di cui all’articolo 6, paragrafo 1. Nel caso di un contratto per fornire un servizio, il periodo inizia dopo che il consumatore ha ricevuto la conferma del contratto.
In caso di vendita di prodotti per i consumatori, il pagamento anticipato non può essere oltre il 50% del valore ordinato. Se il pagamento viene accettato, il consumatore non può far valere alcun diritto per quanto riguarda l’attuazione del provvedimento o del servizio, prima che il pagamento anticipato sia stato emesso.
Il consumatore ha il dovere di informare immediatamente l’imprenditore a riguardo di eventuali inesattezze nei dati forniti o di specifici pagamenti.
In caso di inadempienza da parte del consumatore, l’imprenditore deve, soggetto a restrizioni legali, ha il diritto di addebitare i costi ragionevoli sostenuti e che vengono resi noti al consumatore in anticipo.

Articolo 14 – Reclami
L’imprenditore dispone di una procedura di reclamo sufficientemente pubblicizzata e gestisce la denuncia in base a questa procedura di reclamo.
Lamentele circa l’esecuzione del contratto devono essere descritte completamente e chiaramente entro tempi ragionevoli, presentato all’imprenditore dopo che il consumatore ne ha osservato i difetti.
Ai reclami presentati all’imprenditore verrà data risposta entro un termine di 14 giorni lavorativi dal giorno di ricevimento della segnalazione. Se un reclamo ha un tempo di lavorazione più lungo del prevedibile, l’imprenditore risponderà entro 14 giorni con un’indicazione di quando il consumatore riceverà una risposta più dettagliata. Se un reclamo non può essere risolto di comune accordo, allora nasce una controversia che è oggetto di contestazione.

Articolo 15 – Controversie
La legge olandese si applica esclusivamente agli accordi tra imprenditore e consumatore dopo di queste condizioni generali / termini sono legati a.
Sul contratto tra l’imprenditore e il consumatore si fa riferimento alle legge olandese a cui si riferiscono i termini e le condizioni generali applicabili.

Articolo 16- Condizioni aggiuntive o differenti
Le condizioni aggiuntive o diverse, rispetto ai termini e condizioni generali, non possono risultare a scapito del consumatore e devono essere registrate in forma scritta, in modo tale che il consumatore possa salvare queste, in modo accessibile, su un supporto di sua preferenza.

Articolo 17 – Legge applicabile e tribunale competente
Tutte le offerte di 123stop-umidita.it, i suoi accordi e la loro attuazione sono soggetti esclusivamente alla legge olandese. L’applicazione della Convenzione di Vendita di Vienna sono esclusa.

Articolo 18 – Collegamenti
Il sito 123vochtbestrijding.nl può contenere annunci di terze parti o collegamenti ad altri siti. La politica sulla privacy di queste terze parti o dei loro siti non influisce sul 123stop-umidita.it e non è responsabile per questo.

Articolo 19 – I vostri diritti
Puoi sempre chiedere a 123vochtbestrijding.nl quali informazioni vengono elaborate su di te. Per fare questo puoi inviare un’email. In alternativa, è possibile richiedere a 123stop-umidita.it per e-mail per apportare miglioramenti, aggiunte o altre correzioni che verranno elaborate da elaboreranno 123stop-umidita.it il più presto possibile. Se non desideri più ricevere informazioni, potete informarne 123stop-umidita.it. Le informazioni verranno inviate solo se avete fornito il vostro indirizzo e-mail.