pavimento, balcone, trattamento impermeabilizzante, calcestruzzo, antisporco

Impermeabilizzante per terrazzi e balconi

L’impermeabilizzazione di terrazzi e balconi previene i danni causati dalla costante influenza degli agenti atmosferici. Evita i conseguenti interventi di manutenzione e riparazione. Il pavimento di un balcone non impermeabilizzato è sempre soggetto a vari danneggiamenti come macchie, fessure, crepe, con il relativo deterioramento della struttura sottostante in calcestruzzo (carbonatazione).

 

Questi tipici problemi sono causati principalmente dall’azione delle piogge, dalla ritenzione d’umidità e dalla costante erosione in inverno, dovuta ai cicli di gelo, ed in estate dalla presenza del sole.
 


Perché impermeabilizzare terrazzi e balconi?

Il calcestruzzo, specialmente quando è di recente fattura, sembra una superficie liscia e compatta, solida e robusta, che simile alla pietra sembra piuttosto indistruttibile. In realtà, il calcestruzzo è un materiale poroso, il che facilita l’assorbimento d’acqua e di ogni genere di liquidi e sporcizia.

 

Pioggia, neve e ghiaccio sono tutti elementi a cui il pavimento del balcone viene esposto, per non parlare di altri liquidi versati accidentalmente in altre occasioni.

 

Con il passare del tempo, le prime fessure compaiono in superficie, permettendo all’umidità di penetrare ancora più profondamente. In inverno quando l’acqua assorbita gela, si espande, il che può creare fratture all’interno della struttura in calcestruzzo, danneggiando il vostro balcone e rendendolo addirittura pericoloso.

 

pavimento, balcone, calcestruzzo, cemento, danno, carbonatazione, erosione, deterioramento

Danni al pavimento del balcone causati dall’umidità

 

Trattare il calcestruzzo con un impregnante impermeabilizzante blocca l’assorbimento d’acqua ed umidità. Si ottiene così un pavimento per balconi impermeabile, resistente all’umidità e allo sporco e facile da pulire. Si eliminano anche i costanti interventi di manutenzione e riparazione che spesso risultano alquanto costosi.

 


Quale impermeabilizzante per terrazzi scegliere?

Oggi sono disponibili sul mercato vari impermeabilizzanti per terrazzi, specifici per rendere impermeabile il pavimento di un balcone in calcestruzzo. Esistono principalmente due tipi di impermeabilizzanti per calcestruzzo: impregnanti a base di silicone oppure a base d’acqua.

Impregnanti a base di silicone

Gli impregnanti a base di silicone sono più costosi rispetto a quelli a base d’acqua. L’applicazione è spesso più complicata e noiosa a causa del loro contenuto di solventi. Anche il tempo di asciugatura risulta inferiore a quelli su base acquosa. Gli impregnanti a silicone contengono elevati livelli di COV (composti organici volatili), che oltre a conferirgli il tipico forte odore, sono dannosi per l’ambiente.

Hydrablock Pro, impregnante impermeabilizzante calcestruzzo, impregnante calcestruzzo, impermeabilizzante calcestruzzo

Impregnanti a base d’acqua

Una delle prime caratteristiche degli impregnanti all’acqua è quella di essere più facili da applicare rispetto agli impregnanti al silicone, inoltre riportando livelli di COV molto più bassi. Gli impregnanti a base d’acqua sono disponibili in due varianti, superficiali o penetranti.
Nel nostro caso è raccomandabile l’utilizzo di Hydrablock Pro, impregnante penetrante specifico per calcestruzzo.

 

Grazie alla sua profonda penetrazione, Hydrablock Pro, risulta un trattamento permanente che non necessita di ulteriori applicazioni future.
Il risultato finale è nettamente migliore rispetto ai prodotti con base solvente.

 

Hydrablock Pro, impregnante a base d’acqua, è inodore, incolore e traspirante (permeabilità al vapore). Inoltre, essendo composto esclusivamente da ingredienti naturali, è un prodotto completamente ecologico.

 


Come impermeabilizzare il pavimento del balcone

Controllare le previsioni meteo. Non iniziare il trattamento finché il pavimento del balcone non rimane asciutto per alcuni giorni. Questo permette all’impregnante un migliore assorbimento e una maggiore penetrazione. Se non fosse possibile coprire il pavimento del balcone con un pannello od un telo.

 

Pulire il balcone. Utilizzare una spazzola, se necessario un detergente per rimuovere sporco e macchie. Lasciare asciugare bene e completamente il balcone.

 

Applicare l’impregnante per calcestruzzo. Utilizzare un pennello per trattare i bordi e il perimetro del balcone. Assicurarsi che tutte le parti visibili del calcestruzzo siano ben trattate, come ad esempio tra i montanti delle ringhiere. Servirsi di un rullo per pittura per trattare il resto del balcone (per superfici più estese utilizzare un nebulizzatore a bassa pressione). Applicare sempre dai bordi del balcone verso la finestra in modo da non restare bloccati fuori.

 

Asciugatura del pavimento in calcestruzzo. Lasciare asciugare l’impregnante per circa 48 ore, dopodiché la superficie sarà nuovamente calpestabile e sarà possibile riposizionare eventuali mobili da esterno.

 


Conclusione

Con il trattamento impregnante, il pavimento del tuo balcone diventa impermeabile. Rimane pulito per più a lungo e risulta più facile da pulire utilizzando semplicemente acqua. Si evitano gli interventi di manutenzione e riparazione, con un notevole risparmio di tempo e denaro. Il pavimento del balcone può essere rifinito con pittura od altro rivestimento desiderato, questo non altera la proprietà impermeabile acquisita.

 


Hydrastop Pro, impregnante idrorepellente pietra, impermeabilizzante, idrorepellente, pietra, cotto, laterizio

Nel caso in cui il pavimento del balcone fosse già rivestito con piastrelle in cotto o simili, è necessario utilizzare Hydrastop Pro, impregnante impermeabilizzante per pietra e mattone, specifico per ogni tipo di laterizio.

 

Per saperne di più su come impermeabilizzare un pavimento in cotto →

 


Hydrablock Pro, impregnante impermeabilizzante calcestruzzo, impregnante calcestruzzo, impermeabilizzante calcestruzzoHydrablock Pro

Impregnante altamente penetrante impermeabilizzante per calcestruzzo. Protezione contro acqua, liquidi, sporco, inquinamento, cicli di gelo, carbonatazione, proliferazione di materiale organico come muffa, muschio, alghe e funghi.

 

Maggiori informazioni su Hydrablock Pro →